LA STORIA Ricordi di un ragazzo del 1928

LA STORIA Ricordi di un ragazzo del 1928Gi nel titolo si presentano le due componenti principali del lavoro di Scarciglia, il saggio storico e la memoria del passato. Il primo pervaso di passione antifascista, il secondo velato di nostalgia nella rievocazione dellet infantile fino alluomo. Due momenti che continuamente sintrecciano, per cui lo si legge con il piacere di un romanzo e linteresse di unopera di critica storica.Fa da sfondo il Vomero, dove nacque e vive la collina da sempre cara ai suoi abitanti. Lesordio gli dedicato, eppure subito lamarezza per i luoghi stravolti dal tempo gli fa esclamare Il Vome- ro della mia infanzia, con le sue ville e giardini, e il tanto verde intorno, quel Vomero che tanto amavo, non esiste pi. E mentre ne descrive i posti, e il bravo bottegaio che gli donava le carrube, viene fuori, quasi offeso, che l in via Cimarosa tra laltro cera la sede del fascio.Lo sguardo di Scarciglia si approfonda sul tessuto sociale del suo quartiere, delinea le abitudini delle persone, i mezzi vitali piuttosto poveri, la chiusura mentale Per lo pi si conduceva una vita relativamente grama, di privazioni e sacrifici, povera di veri slanci e interessi, fatta di piccole cose, in un clima di generale esaltazione, ma angusto e provinciale, per lisolamento autarchico in cui viene tenuto il paese. E questa connotazione deve estendersi allItalia tutta, costretta per vari decenni alla dittatura, che vide, in nome di ideali nazionalistici, imperialistici, co- lonialistici, regredire la cultura, che a Napoli trov rifugio nello studio di Benedetto Croce e nei dissidenti, che andavano tessendo faticosamente la base antifascista, su cui pot erigersi il sanguinoso edificio della Resistenza.Grimaldi C. Editori si sempre distinta, nella sua produzione, per la ricercatezza e la raffinatezza delle sue opere. La Casa editrice, che ogni anno pubblica da sei a dieci nuovi titoli, cura eleganti pubblicazioni di gran pregio bibliografico aventi per tema Viaggi, Cartografia, Grafica, Storia, Gastronomia, Arte, Cultura e Immagini la selezione dei titoli accuratissima ed finalizzata alla riscoperta e al recupero di testi particolari e inesplorati su temi di cultura meridionalistica ma anche alla diffusione di pregevoli opere di ricerca sulle arti minori tanto importanti per la nostra storia. La qualit di stampa di tutti i volumi sempre di altissimo livello. Grimaldi C. Editori, il cui catalogo ad oggi vanta circa cento titoli, rappresenta, dunque, un importante punto di riferimento per la cultura e la storia napoletana e le sue pubblicazioni sono apprezzate e ricercate da tutti i bibliofili non solo meridionali.

CATALOGO CASA EDITRICE

LA STORIA Ricordi di un ragazzo del 1928 antiquaria di numismatica canesi libreria
Enrico Scarciglia
LA STORIA Ricordi di un ragazzo del 1928

LA STORIA Ricordi di un ragazzo del 1928
Già nel titolo si presentano le due componenti principali del lavoro di Scarciglia, il saggio storico e la memoria del passato. Il primo è pervaso di passione antifascista, il secondo velato di nostalgia nella rievocazione dell’età infantile fino all’uomo. Due momenti che continuamente s’intrecciano, per cui lo si legge con il piacere di un romanzo e l’interesse di un’opera di critica storica.
Fa da sfondo il Vomero, dove nacque e vive: la collina da sempre cara ai suoi abitanti. L’esordio gli è dedicato, eppure subito l’amarezza per i luoghi stravolti dal tempo gli fa esclamare: “Il Vome- ro della mia infanzia, con le sue ville e giardini, e il tanto verde intorno, quel Vomero che tanto amavo, non esiste più”. E mentre ne descrive i posti, e il bravo bottegaio che gli donava le carrube, viene fuori, quasi offeso, che là in via Cimarosa “tra l’altro c’era la sede del fascio”.
Lo sguardo di Scarciglia si approfonda sul tessuto sociale del suo quartiere, delinea le abitudini delle persone, i mezzi vitali piuttosto poveri, la chiusura mentale: “Per lo più si conduceva una vita relativamente grama, di privazioni e sacrifici, povera di veri slanci e interessi, fatta di piccole cose, in un clima di generale esaltazione, ma angusto e provinciale, per l’isolamento autarchico in cui viene tenuto il paese”. E questa connotazione deve estendersi all’Italia tutta, costretta per vari decenni alla dittatura, che vide, in nome di ideali nazionalistici, imperialistici, co- lonialistici, regredire la cultura, che a Napoli trovò rifugio nello studio di Benedetto Croce e nei dissidenti, che andavano tessendo faticosamente la base antifascista, su cui poté erigersi il sanguinoso edificio della Resistenza.

codice:978-88-98199-86-0

18.00 €
Quantità
-
1
+
aggiungi al carrello
LA STORIA Ricordi di un ragazzo del 1928 antiquaria di numismatica canesi libreria
LA STORIA Ricordi di un ragazzo del 1928 antiquaria di numismatica canesi libreria
LA STORIA Ricordi di un ragazzo del 1928 antiquaria di numismatica canesi libreria
LA STORIA Ricordi di un ragazzo del 1928 antiquaria di numismatica canesi libreria
LA STORIA Ricordi di un ragazzo del 1928 antiquaria di numismatica canesi libreria ELENCO OPERE
Web design: Targnet.itt:0.94 s:55035 v:2518127
 
 
 
 
Mappa del sito

© 2017 TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Grimaldi & C. Editori s.r.l.
Riviera di Chiaia, 215 - Via Carlo Poerio, 50-51
(Chiesa di S. Maria delle Grazie) - 80121 Napoli
Tel. 39 081 406021 - Mail info@grimaldilibri.com
Design: Targnet.it
 
Scrivici
 
NON SONO UN ROBOT
INVIA MESSAGGIO